Knitting is the new yoga

Esistono diversi modi per rilassarsi, deconcentrarsi e svuotare la mente.

Ho scoperto di essere una persona curiosa a riguardo e mi sono interessata di molti di essi, tuttavia, solo uno ha sempre saputo catturare la mia attenzione: il lavoro a maglia.

Se penso alla mia adorata nonna e a quanto spesso l’ho vista sferruzzare sulla sua poltrona in salotto. Se chiudo gli occhi, riesco ancora a sentire il rumore, il calore di quella casa, l’odore delle castagne che mio nonno cuoceva nel latte e lei. Dolce, rassicurante, ferma e sicura.

Ora che non c’è più, ho iniziato a lavorare a maglia da autodidatta, grazie a qualche libro e ai tutorial trovati su Youtube. Tornassi indietro, trascorrerei tantissimi pomeriggi con lei, per farmi insegnare tutto quello che sapeva.

Ho sempre pensato fosse complicato da imparare, il lavoro a maglia.

Invece no: bisogna solo avere pazienza e calma ma quanto ti ritorna è impagabile.

Si riesce davvero a svuotare la mente mentre crei qualcosa con le tue mani. E’ davvero una sensazione appagante.

Se mai avrò dei bambini, li incoraggerò ad essere creativi. Lo prometto.

Ecco alcune coordinate per orientarsi in questo affascinante mondo:

 

E non finisce qui: si può diventare ambasciatrici del lavoro a maglia e organizzare dei Knitting Parties a casa propria.

Come?

Compilando un modulo ed ottenendo tutte le informazioni necessarie. In questo modo, si potrà diffondere una meravigliosa passione con materiale e mezzi di alto livello. Poi, il party dove tutte le partecipanti riceveranno il materiale e che diventa un momento di condivisione, di divertimento.

Vi ho convinte? Io mi sto preparando per i regali di Natale home made 🙂

 

Giulia

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento